Report assemblea 26 febbraio

imagesDalla discussione nell’assemblea dello scorso 26 febbraio sono emersi i seguenti elementi come base per la prossima, convocata per il 10 marzo:

- lotta sul contratto relativo alla mobilità e sulla sequenza contrattuale circa i criteri di chiamata dagli ambiti territoriali definiti dal contratto sulla mobilità stesso. Si tratta di lavorare a una giornata di mobilitazione durante uno degli incontri tra le organizzazioni sindacali e il MIUR per la sequenza contrattuale, cioè la prosecuzione della contrattazione dopo la mobilità, finalizzata a determinare in base a quali criteri i d.s. attingeranno agli ambiti. Dovremo esprimere in piazza la nostra contrarietà a qualsiasi altro criterio diverso da quelli che vigono nelle graduatorie, vale a dire anzianità e titoli previsti.

Continua a leggere

Pubblicato in NEWS

Assemblea delle scuole di Roma su mobilità e referendum

Orientamento 02La maggioranza dei sindacati ha siglato con il Governo un contratto sulla mobilità che se per un verso tenta di contenere la mobilità interprovinciale dei docenti di ruolo e di una parte dei neoassunti (fase 0 e fase A) dall’altra realizza, di fatto, quello che era l’intento principale del Governo Renzi, ovvero quello di frammentare la posizione contrattuale, i diritti e le attività svolte dalle varie tipologie dei lavoratori della scuola. Come assemblea autoconvocata delle scuole di Roma critichiamo nettamente l’impianto adottato dal Governo, ma anche la posizione dei sindacati che hanno firmato la procedura contrattuale. La forza della lotta contro la 107 che è sfociata nello sciopero del 5 maggio consisteva nell’unità tra le varie tipologie contrattuali (precari, di ruolo) che operano all’interno della scuola. Accettare una differenziazione contrattuale, una modalità diversa di concepire la mobilità nonché una differenza sostanziale nelle mansioni da svolgere, significa abdicare in parte al ruolo fondamentale d’unificazione dei lavoratori della scuola che è alla base di una cooperazione tra lavoratori e di una resistenza all’offensiva portata avanti dai lavoratori della scuola.

Continua a leggere

Studenti, genitori, insegnanti! Attenzione all’INVALSI!

invalsi43Anche quest’anno le scuole si accingono a celebrare il rito delle prove INVALSI.

Tali prove si svolgono con la somministrazione di quiz che non sono in grado di valutare gli apprendimenti degli alunni/studenti.

I quiz INVALSI, cosiddetti test per una valutazione oggettiva, prove standardizzate, sono un falso clamoroso.

Nel 1991 Gardner famoso pedagogista e psicologo USA avvertiva:

Il test è l’ultima invenzione scolastica: “una misurazione decontestualizzata”, da usare in un ambiente anch’esso decontestualizzato…tant’è che spesso sono accompagnati da ansie ed imbrogli”.

Continua a leggere

Assemblea autoconvocata delle scuole di Roma

mafalda_non_molloNella assemblea autoconvocata delle scuole di Roma, tenutasi presso la scuola media Cattaneo il giorno 12 Febbraio, è stata sviluppata un interessante e partecipata discussione inerente soprattutto l’incontro di Napoli per i referendum contro la L.107 e il recente accordo sottoscritto dai sindacati confederali sulla mobilità.

Molto apprezzato è stato il contributo dato alla discussione dai Clash City Workers, intervenuti in merito alla questione dell’alternanza scuola lavoro, su cui hanno sviluppato un interessante lavoro di inchiesta.

Continua a leggere

Pubblicato in NEWS

Mozione e delibera del Collegio Docenti del Liceo Mamiani di Romasui Test dell’INVALSI

grupponoinvalsi Sottratti dieci miliardi di euro ad un sistema scolastico nazionale già impoverito da decenni di cattiva gestione, continua la cosiddetta “riforma” della Scuola pubblica statale. Prossima tappa: la misurazione “obiettiva” della preparazione degli studenti italiani mediante la somministrazione dei test Invalsi (=quiz) di italiano e matematica nelle classi seconde e quinte delle Scuole Superiori, cercando di spacciare il tutto per “obbligatorio” (mediante la Nota 30 dicembre 2010, Prot. N. 3813). È un metodo di valutazione nel quale la maggioranza degli Insegnanti non ha finora mai creduto. Metodo buono per il conseguimento della patente di guida, non per saperi complessi quali quelli impartiti dai veri esperti della Scuola, che sono (ovviamente) i Docenti.

Continua a leggere

Delibera contro il Comitato di Valutazione del Collegio Docenti del Liceo Mamiani di Roma

document-40600_640DELIBERA AI FINI DEL BLOCCO DEL COMITATO DI VALUTAZIONE DEI DOCENTI EX LEGE 107/2015

Il Collegio dei Docenti del Liceo Classico Statale “T. Mamiani”, nella seduta del 10/2/2016,

visto che la normativa sugli organi collegiali è tuttora vigente e che spetta comunque al Collegio dei Docenti eleggere eventualmente i membri del Comitato per la valutazione dei Docenti;

Continua a leggere