Assemblea autoconvocata dei lavoratori della scuola sul tema della regionalizzazione

In primo piano

assembleaCome lavoratori autoconvocati della scuola esprimiamo una fortissima preoccupazione rispetto alla proposta degli accordi tra lo Stato Italiano e le regioni Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna, sul trasferimento delle competenze nell’ambito dell’istruzione, dell’Università e della ricerca dallo Stato alle Regioni. Il fondamento giuridico-teorico precedente su cui poggiano tutti i tentativi ed i processi di regionalizzazione del sistema scolastico consiste nella riforma del titolo V della costituzione attuata nel 2001, la quale, nel rafforzare il ruolo e le competenze delle Regioni e delle Provincie nell’ambito dell’Istruzione ha reso possibile il finanziamento dello Stato – attraverso i trasferimenti alle regioni – alle scuole paritarie e quel perverso meccanismo di competizione tra scuole che tanto potere ha dato ai dirigenti, ai genitori e, più in generale, agli utenti, che va sotto il nome di autonomia finanziaria delle scuole Continua a leggere