Crea sito

il 29 Agosto tutti in piazza!!

aVenerdì 29 Agosto il governo renderà nota la sua proposta sulla scuola, di cui abbiamo già sentito alcune anticipazioni rilasciate dal ministro Giannini durante il meeting di Comunione e Liberazione. Proposte per nulla rassicuranti (aumento dell’orario di lavoro per i docenti di ruolo, “eliminazione” dei precari, valutazione dei docenti, ingresso dei privati nella scuola pubblica…). Nello stesso giorno è stato indetto un presidio da parte dei colleghi/e di Quota 96 (che hanno nuovamente visto negato il diritto alla pensione) e da alcune categorie dei precari della scuola. Pensiamo che quella data potrebbe essere la prima data di mobilitazione collettiva, in cui contrastare i piani del governo e ribadire la nostra idea di scuola, pertanto invitiamo tutti/e a partecipare al presido indetto alle ore 11 a Piazza SS Apostoli.
l’appuntamento è quindi per:
Venerdì 29 Agosto alle ore 11:00 a piazza SS Apostoli.

UNITI POSSIAMO LOTTARE CONTRO I PIANI DEL GOVERNO

 DIVISI ABBIAMO GIÀ PERSO

 Con questa convinzione ci troviamo oggi a manifestare in questa piazza e a proporre a tutti i colleghi e a tutte le colleghe di imparare dagli errori passati. Negli ultimi anni gli elementi e i motivi di divisione ci hanno impedito di trovare momenti unificanti di lotta nonostante la gran parte della categoria disapprovava le misure di politica scolastica che i diversi governi  hanno realizzato. La nostra categoria si è trovata così frammentata e divisa ed ogni singolo spezzone ha cercato di resistere ma in modo isolato e, a volte, con modalità che di fatto hanno contribuito a ulteriori divisioni.

Crediamo che dobbiamo imparare dai nostri errori ed evitare di ripeterli. L’invito all’unità non è perciò solo di ordine morale: solo una forte, duratura e consapevole opposizione può fermare i cambiamenti che il governo vuole imporre alla scuola e che avranno pesanti conseguenze sul personale, sugli studenti, sulle famiglie.

 Alle proposte di divisione rispondiamo con le nostre proposte

 1)    aumenti per tutte/i di 200 euro contro ogni riproposizione di riconoscimenti economici “ai più bravi”

2)    difesa del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro contro l’individualizzazione dei diritti

3)    miglioramento delle condizioni di lavoro contro l’aumento dell’orario ed il peggioramento dell’offerta formativa

4)    immissione in ruolo dei precari su tutti i posti disponibili contro il tentativo di espulsione di migliaia di lavoratori e lavoratrici

  Per questo invitiamo tutte/i all’incontro che preparerà l’Assemblea cittadina da tenere entro la metà di settembre e le ulteriori forme di mobilitazione

LUNEDÌ     1     SETTEMBRE

PRESSO IL CIELO SOPRA L’ESQUILINO ALLE ORE 17

 via Galilei 57 – fermata Manzoni metro  A

Autoconvocati scuola  –   Precari Uniti contro i tagli