Crea sito

Appello contro la Delibera n.11

p.Per aderire a questo appello contro la delibera numero 11 “Nuove forme di collaborazione scuola-famiglia per progetti educativi da svolgersi nell’ambito degli asili nido, delle scuole dell’infanzia di Roma Capitale”, presentata dal consigliere comunale De Palo (eletto in una lista civica pro Alemanno) dovete inviare una email con nome e cognome e altre informazioni che volete compaiano (iscrizione sindacale, lavoro, ecc…) al seguente indirizzo: [email protected]

E’ possibile aderire anche in forma collettiva oltre che individuale.

Invitiamo a girare questa lettera ai vostri contatti (e alle liste) a cui ritenete possa interessare. Non è necessario lavorare nella scuola per aderire. E progetti di questo tipo riguardano tutti i cittadini, e in particolare i lavoratori e le lavoratrici i cui figli vanno alla scuola dell’infanzia o agli asili nido di Roma Capitale.

Le adesioni che arriveranno entro lunedì sera saranno presenti nella lettera che verrà presentata martedì al Sindaco e ai membri dell’assemblea capitolina. Le adesioni successive verranno aggiunte all’appello.

Al Sindaco di Roma
prof. Ignazio Marino
e
Ai membri dell’Assemblea Capitolina

Esprimiamo la nostra indignazione e preoccupazione riguardo ai contenuti e ai prevedibili effetti della proposta di delibera comunale n.11 dal titolo “Nuove forme di collaborazione scuola-famiglia per progetti educativi da svolgersi nell’ambito degli asili nido, delle scuole dell’infanzia di Roma Capitale”.
Proponendo una “cabina di regia” che coinvolga il FORAGS e l’associazionismo familiare e genitoriale per l’approvazione preventiva di progetti educativi riguardanti l’educazione sentimentale e sessuale, si limita gravemente l’autonomia e la competenza delle scuole e, visto anche l’orientamento prevalentemente “confessionale” delle associazioni coinvolte nell’iniziativa comunale, di ledere il carattere laico dell’istruzione pubblica.
Riteniamo che l’Amministrazione comunale, al contrario di quanto la delibera in discussione rischia di determinare, dovrebbe favorire, anche attraverso l’attività educativa, la costruzione dell’identità di genere, lo sviluppo della libera espressione della personalità nel rispetto degli altri/e e delle differenze individuali, la parità donna-uomo, la pluralità dei modelli familiari e dei ruoli sessuali; dovrebbe contrastare il sessismo, l’omofobia, il bullismo, ogni forma di violenza sulle donne e ogni forma di intolleranza e discriminazione.
Pertanto chiediamo che venga ritirata la delibera, che coinvolge oltre le scuole comunali anche le scuole cittadine di ogni ordine e grado, lasciando alle istituzioni scolastiche  la libertà di scegliere i percorsi formativi in base alle necessità del contesto specifico in cui esse operano, per difendere la scuola laica e per valorizzare le differenze e le pluralità che costituiscono un valore e una ricchezza per la nostra società.

Seguono firme

Ambrosino Daniella (già funzionaria Corte Costituzionale); Bartoloni Alessandro direttivo FLC Roma COL; Beccari Marco isegnante precario; Bellet Gabriella docente Cobas; Bruni Anna Maria giornalista; Caputo Renato autoconvocati scuola; Chiavarone Matteo insegnante precario; Ciccone Stefano tecnico Università Tor Vergata direttivo regionale FLC CGIL; Cori Francesco isegnante precario; Corsetti Beatrice insegnante scuola dell’infanzia Roma; D’Ercole Mara CGIL Roma e Lazio; Frau Pierangela coordinamento scuole di Roma FLC CGIL; Giannini Gabriele FLC CGIL Direttivo Nazionale; Giordani Mauro insegnante; Giordano Roberto CGIL Roma e Lazio; Ilari Renata insegnante; Locantore Francesco FLC CGIL Nazionale (Opposizione in CGIL); Lopa Romeo Maurizio FLC CGIL Roma Sud Pomezia e Castelli; Luparelli Alessandro Rete Cinecittà Bene Comune; Meloni Vito responsabile nazionale scuola PRC-SE; Ortale Claudio docente USB Scuola; Perfetti Amalia FLC CGIL Roma Sud Pomezia e Castelli; Pitti Daniela USB Scuola RSU Comune di Roma; Sani Antonia Associazione Nazionale della Scuola della Repubblica; Tagliavia Claudia FLC CGIL Roma e Lazio; Totino Paola docente Cobas; Vecchiarelli Pasquale impiegato; Verzegnassi Sonia funzionaria dei servizi educativi e scolastici del Comune di Roma VII Municipio; Villani Roberto USB Scuola; Zerbino Ettore medico psichiatra

Comitato Articolo 33; DeliberiamoRoma; Pugilistica Popolare XVI Round; Rete Cinecittà Bene Comune