Mozione e delibera del Collegio Docenti del Liceo Mamiani di Romasui Test dell’INVALSI

grupponoinvalsi Sottratti dieci miliardi di euro ad un sistema scolastico nazionale già impoverito da decenni di cattiva gestione, continua la cosiddetta “riforma” della Scuola pubblica statale. Prossima tappa: la misurazione “obiettiva” della preparazione degli studenti italiani mediante la somministrazione dei test Invalsi (=quiz) di italiano e matematica nelle classi seconde e quinte delle Scuole Superiori, cercando di spacciare il tutto per “obbligatorio” (mediante la Nota 30 dicembre 2010, Prot. N. 3813). È un metodo di valutazione nel quale la maggioranza degli Insegnanti non ha finora mai creduto. Metodo buono per il conseguimento della patente di guida, non per saperi complessi quali quelli impartiti dai veri esperti della Scuola, che sono (ovviamente) i Docenti.

Continua a leggere

Delibera contro il Comitato di Valutazione del Collegio Docenti del Liceo Mamiani di Roma

document-40600_640DELIBERA AI FINI DEL BLOCCO DEL COMITATO DI VALUTAZIONE DEI DOCENTI EX LEGE 107/2015

Il Collegio dei Docenti del Liceo Classico Statale “T. Mamiani”, nella seduta del 10/2/2016,

visto che la normativa sugli organi collegiali è tuttora vigente e che spetta comunque al Collegio dei Docenti eleggere eventualmente i membri del Comitato per la valutazione dei Docenti;

Continua a leggere

Collegio docenti I.C. Via Ormea delibera di non eleggere i membri del comitato di valutazione

document-40600_640

Il collegio dei docenti dell’I.C. di Via Ormea (Roma), in relazione alla designazione della componente docenti nel comitato di valutazione previsto dalla legge 107/15, ritiene che:

il sistema per la valorizzazione del merito indicato dalla legge sia in netto contrasto con l’organizzazione democratica e collegiale della scuola della Repubblica

tale sistema – basato sull’individuazione discrezionale di alcuni docenti da considerarsi meritevoli – comporti un aumento della competizione individuale tra i docenti mentre, al contrario, come l’esperienza ci insegna, una scuola di qualità si fonda sui valori della collegialità, della cooperazione, dello scambio reciproco e soprattutto sul principio dell’eguaglianza dei diritti e dei doveri Continua a leggere

Mozione di indirizzo sul Comitato di Valutazione e sull’elezione di 2 suoi membri Per il Collegio dei Docenti dell’IC di Torre del Lago del 17 dicembre 2015

document-40600_640In relazione al punto dell’ODG del Collegio Docenti del 17 dicembre 2015 relativo all’elezione di due membri del Comitato di Valutazione, il Collegio Docenti dell’IC di Torre del Lago dichiara quanto segue.

In merito alla valorizzazione dei docenti, la Legge 107/2015 (art.1 commi 126-127-128-129) ha introdotto la possibilità di assegnare un bonus, precisando che questo è una “retribuzione accessoria”, assegnata ogni anno dal Dirigente Scolastico (con una motivata valutazione), in base a criteri espressi dal Comitato di Valutazione dei Docenti.

Continua a leggere

Delibera del LSS Pasteur di Roma sul comitato di valutazione

Di seguito la delibera del LSS ‘Pasteur’ di Roma, la prima in Italia ad aver ottenuto, DUE MESI FA, il risultato di non eleggere E NON FAR ELEGGERE i membri di competenza del Collegio Docenti nel comitato di valutazione.

Il collegio dei docenti del L. S. S. “Louis Pasteur” di Roma, in relazione alla designazione della componente docenti nel comitato di valutazione previsto dalla legge 107/15, ritiene che:

Continua a leggere

Mozione inerente le supplenze e a sostegno della qualità dell’offerta formativa della scuola pubblica

document-40600_640Anno scolastico 2015/2016
I Docenti dell’Istituto Comprensivo di Via Aristide Leonori 74, Roma


CONSTATATO


-che la legge 190 recita che: […] i dirigenti scolastici non possono conferire supplenze brevi di cui al primo periodo del comma 78 dell’articolo 1 della legge 23 dicembre 1996, n. 662, al personale docente per il primo giorno di assenza.

Continua a leggere

Delibera collegio docenti ITT Severi di Padova e note RSU

document-40600_640Il collegio dei docenti dell’I.T.T. “F. Severi” di Padova, riunito il
giorno 30 settembre 2015, ha deliberato a larga maggioranza (76 favorevoli, 3 contrari e 8 astenuti) che la richiesta dell’organico del potenziamento, sollecitata dal MIUR con nota prot. n° 0030549 del 21/09/2015, sia destinata prioritariamente per diminuire il numero degli alunni nelle classi più numerose.
In tal senso ha individuato i campi di potenziamento previsti nella scheda n° 2 (secondo ciclo) con le seguenti priorità.
1. Potenziamento Umanistico
2. Potenzamento scientifico
3. Potenziamento laboratoriale
4. Potenziamento linguistico
5. Potenziamento Socio Economico e per la Legalità
6. Potenziamento Motorio
7. Potenziamento Artistico e Musicale

Continua a leggere

Mozione dell’assemblea sindacale dei lavoratori del Liceo Benedetto da Norcia

document-40600_640L’assemblea dei lavoratori del Liceo Benedetto da Norcia, indetta dalle Rsu giovedì 1 ottobre 2015, approva le linee generali emerse dal primo incontro della contrattazione: il Fis sarà suddiviso sulla base dei criteri concordati l’anno scorso, aumentando la parte relativa agli Ata (di circa 3 punti) per compensare il salario accessorio previsto dalla legge 107 per i docenti, che sarà contrattato con i rappresentanti delle Rsu sulla base della normativa vigente.

L’assemblea ribadisce le radicali critiche alle legge 107, già espresse nel corso della sua elaborazione da tutti gli organi collegiali della scuola all’unanimità. Anzi ritiene che l’assetto definitivo della legge sia ancora più dannoso per il rilancio di una scuola pubblica di qualità rispetto alle proposte di legge discusse e analizzate l’anno passato. A questo scopo l’assemblea ribadisce il proprio impegno nella mobilitazione per il ritiro della legge 107.

D’altra parte sino a che tale obiettivo non sarà raggiunto, l’assemblea si
impegna a depotenziare gli aspetti maggiormente dannosi della legge per una scuola pubblica di qualità. A tale scopo, in primo luogo, si propone di destinare le risorse che saranno messe a disposizione dall’organico potenziato per la diminuzione del numero di alunni nelle classi più numerose e per recuperare le ore di lezione e le sperimentazioni tagliate dai precedenti governi.