Ius (di non esser da) Soli

document-40600_640Pubblichiamo questo documento sottoscritto da dei docenti del liceo Socrate di Roma.

I docenti del Liceo Classico e Scientifico Socrate che sottoscrivono questo documento si uniscono a quanti, nel mondo della scuola e non solo, stanno protestando conto il blocco della legge sul cosiddetto ius soli.

Tutti noi insegnanti della scuola pubblica italiana stiamo affrontando in questi giorni consigli di classe finalizzati spesso ad individuare alunni con un qualche svantaggio, per tentare di adottare azioni didattiche appropriate ed efficaci. In molti casi ciò riguarda alunni immigrati che hanno l’italiano come seconda lingua. Ma studenti che provengono da famiglie straniere, di prima o seconda generazione, nelle nostre classi sono anche quelli che in molti casi si rivelano i più brillanti o motivati, o semplicemente ragazzi come tutti gli altri.

Continua a leggere

NO all’obbligo di dire si’ quando si vuole dire NO

striscione_ferraironiCon preghiera di diffusione.

Il consiglio di istituto dell’IC V. Ferraironi riconvocato per ieri 19 ottobre 2016 sull’adesione alla rete di ambito (gia’ non autorizzata il 5 ottobre 2016) ha rivotato e confermato la non autorizzazione ad aderire alla rete di ambito. Un voto favorevole all’autorizzazione (la dirigente scolastica), 12 voti contrari, 3 astenuti (la presidente, un insegnante e una mamma).

Il primo argomento usato per chiederci di cambiare posizione e’ stato il rischio di isolamento: rimarremo gli unici fuori dalla rete, tagliati fuori da tutto.
Ci ha sostenuti la forza del coordinamento tra le scuole del V municipio riunitesi ieri, il sapere che contemporaneamente anche all’IC Manzi si stava lottando per lo stesso obbiettivo cosi’ come due giorni fa avveniva all’IC Vle Venezia Giulia o ancora prima al Liceo Da Norcia, e che nei prossimi giorni in altri consigli di istituto ci saranno altre persone che porteranno avanti le stesse istanze di democrazia, dignita’ e difesa della scuola pubblica, consapevoli che le reti di ambito sono uno snodo strategico per l’applicazione della 107 e per il dispiegamento delle piu’ nefaste conseguenze del progetto in atto di smantellamento della pubblica istruzione.

Continua a leggere

I nostri No

mafalda_non_molloL’assemblea delle scuole del V Municipio di Roma (insegnanti, genitori, consigliere/i di istituto), riunitasi presso l’I.C. Via Ferraironi il 18 ottobre 2016, afferma e ribadisce la contrarietà all’adesione alle Reti di Ambito Territoriale promosse dall’USR ai sensi della legge 107/2015 (c.d. “Buona scuola”), contrarietà già ufficializzata da molti Consigli d’Istituto. 
Attraverso la Rete di Ambito si vogliono azzerare quei margini di democrazia che ancora permangono nella scuola: gli organi collegiali elettivi e rappresentativi di tutte le componenti scolastiche vengono esautorati e sostituiti con un nuovo livello di potere che non è né elettivo né rappresentativo. Infatti, il potere decisionale della Rete viene confinato nelle mani della conferenza dei dirigenti scolastici, le cui determinazioni devono poi essere fatte proprie dalle scuole aderenti. Con la Rete di Ambito gli insegnanti perdono la titolarità sulla scuola e vengono costretti ad una mobilità selvaggia; ai dirigenti viene conferito il potere di scegliersi i propri docenti (per chiamata diretta dalle liste dell’Ambito cui appartengono), i/le quali potranno quindi essere destinati/e ad altra scuola per merito o per punizione: questa ricattabilità cancella in un colpo solo la libertà d’insegnamento prevista dalla Costituzione e tutti i diritti acquisiti dei lavoratori e delle lavoratrici.  Continua a leggere

Comitato referendario Roma Nord

Logo_referendum_sociali

In una assemblea dello scorso 6 maggio, a cui hanno partecipato rappresentanti di CGIL, Cobas, Unicobas, Autoconvocati, SEL, Link, docenti e cittadini,  si è costituito il comitato referendario di Roma Nord. Lo scopo è quello di raccogliere firme per i 4 quesiti che riguardano la scuola, i due referendum sociali (idrocarburi e inceneritori) e la petizione sull’acqua. Oltre a questo si tratta di sensibilizzare anche coloro che non fanno parte direttamente della scuola per fare in modo che, una volta raccolte le firme necessarie all’indizione del referendum, si raggiunga poi il quorum e si vinca.

Continua a leggere

Invalsi quali effetti su didattica e apprendimento?

grupponoinvalsiNe parliamo con
RENATA PULEO,
ex dirigente scolastica, del gruppo NO Invalsi di Roma

LUNEDI’ 2 MAGGIO
ALLE H.17.00 A BALZANI
(V. Balzani, 55 – traversa di v. Casilina prima di v. della Primavera)

Tutti i genitori e gli insegnanti della scuola e del quartiere sono invitati, chi è favorevole all’Invalsi, chi è contrario, chi non ha un’idea definita, chi vuole ascoltare, chi vuole dire la sua: dal confronto rispettoso nascono scelte e iniziative più consapevoli e libere per tutti!
L’ass. Amici di Iqbal curerà l’intrattenimento dei bambini.

Ci sarà anche un banchetto per FIRMARE per il REFERENDUM CONTRO la BUONA SCUOLA (e per i referendum sociali)
Vieni a firmare anche tu!
Continua a leggere

Diffusione Documento di indirizzo al Comitato di Valutazione sui criteri di attribuzione del Bonus premiale

document-40600_640La Commissione di Studio e Ricerca/Azione L. 107, riunitasi il giorno 26 aprile alle ore 16,45, riguardo il primo punto all’OdG ha deciso di dare diffusione del Documento di indirizzo al Comitato di Valutazione sui criteri di attribuzione del bonus premiale approvato a maggioranza, con un astenuto, dal Collegio Docenti dell’ I.C. “A. Manzi” nella seduta straordinaria del 05/04/16.
Il presente documento di indirizzo individua anche come destinatari le RSU, per darne diffusione ai sindacati e movimenti di riferimento, e alla referente del sito del nostro Istituto per pubblicarlo.
Cordialmente
Commissione di Studio e Ricerca/Azione
Allegato: Documento di indirizzo

Collegio docenti I.C. Via Ormea delibera di non eleggere i membri del comitato di valutazione

document-40600_640

Il collegio dei docenti dell’I.C. di Via Ormea (Roma), in relazione alla designazione della componente docenti nel comitato di valutazione previsto dalla legge 107/15, ritiene che:

il sistema per la valorizzazione del merito indicato dalla legge sia in netto contrasto con l’organizzazione democratica e collegiale della scuola della Repubblica

tale sistema – basato sull’individuazione discrezionale di alcuni docenti da considerarsi meritevoli – comporti un aumento della competizione individuale tra i docenti mentre, al contrario, come l’esperienza ci insegna, una scuola di qualità si fonda sui valori della collegialità, della cooperazione, dello scambio reciproco e soprattutto sul principio dell’eguaglianza dei diritti e dei doveri Continua a leggere

Mozione di indirizzo sul Comitato di Valutazione e sull’elezione di 2 suoi membri Per il Collegio dei Docenti dell’IC di Torre del Lago del 17 dicembre 2015

document-40600_640In relazione al punto dell’ODG del Collegio Docenti del 17 dicembre 2015 relativo all’elezione di due membri del Comitato di Valutazione, il Collegio Docenti dell’IC di Torre del Lago dichiara quanto segue.

In merito alla valorizzazione dei docenti, la Legge 107/2015 (art.1 commi 126-127-128-129) ha introdotto la possibilità di assegnare un bonus, precisando che questo è una “retribuzione accessoria”, assegnata ogni anno dal Dirigente Scolastico (con una motivata valutazione), in base a criteri espressi dal Comitato di Valutazione dei Docenti.

Continua a leggere